Continua INPS - Scuola

Vai ai contenuti

Menu principale:

INPS: bonus asilo nido e supporto presso la propria abitazione fino a 3000 euro
Cosa è cambiato e istruzioni per presentare la domanda per l’anno 2020
Nell’ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie, l’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232 ha disposto che ai figli nati dal 1° gennaio 2016 spetta un contributo di massimo 1.000 euro, per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche
L’articolo 1, comma 343, legge 27 dicembre 2019 n. 160, ha elevato l’importo del buono fino a un massimo di 3.000 euro sulla base dell’ISEE minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione.
Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore.
Il bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione viene erogato dall’Istituto a seguito di presentazione da parte del genitore richiedente, che risulti convivente con il bambino, di un attestato rilasciato dal pediatra di libera scelta che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”.
La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato in possesso dei requisiti richiesti.
Le istruzioni per la presentazione delle domande per l’anno 2020 sono contenute nella circolare INPS 14 febbraio 2020, n. 27

Fonte: INPS                                                                                                                                           Torna alle Notizie                Torna alla Home Page
Torna ai contenuti | Torna al menu